Questo sito usa i cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando la navigazioni accetti l'utilizzo dei cookies. 

Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie Policy.

BANDO INAIL - ISI

  • FINALITA'
  • BENEFICIARI
  • SPESE AMMISSIBILI
  • AGEVOLAZIONE
  • REGIME E CUMULABILITA'
  • OPERATIVITA'


Incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro.


Imprese di ogni dimensione e settore ubicate sul territorio nazionale.


Sono ammesse le spese sostenute relative ad obbligazioni contrattuali successive alla chiusura della procedura informatica per il caricamento della domanda e riferite ai seguenti progetti:

  1. PROGETTI DI INVESTIMENTO relativi a:
    • Riduzione del rischio chimico
    • Riduzione del rumore mediante la realizzazione di interventi ambientali
    • Riduzione del rumore mediante la sostituzione di trattori agricoli o forestali e di macchine
    • Riduzione rischio derivante da vibrazioni meccaniche
    • Riduzione del rischio biologico
    • Riduzione del rischio di caduta dall’alto
    • Riduzione del rischio infortunistico mediante sostituzione (rottamazione) di trattori agricoli o forestali e di macchine obsolete (non marcate CE)
    • Riduzione di rischio infortunistico mediante sostituzione (permuta) di macchine non obsolete
    • Riduzione del rischio sismico
    • Riduzione del rischio da lavorazioni in spazi confinati e/o sospetti di inquinamento
  2. PROGETTI PER L’ADOZIONE DI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI RESPONSABILITÀ SOCIALE (quali ad esempio UNI ISO-45001:2018, Linee guida UNI-INAIL, SA 8000, ecc.)
  3. PROGETTI PER LA RIDUZIONE DEL RISCHIO DA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI
  4. PROGETTI DI BONIFICA DA MATERIALI CONTENENTI AMIANTO
  5. PROGETTI PER MICRO E PICCOLE IMPRESE OPERANTI NEL SETTORE PESCA (codice Ateco A03.1) E PRODUZIONE MOBILI (codice Ateco C31)
  6. PROGETTI PER MICRO E PICCOLE IMPRESE OPERANTI NEL SETTORE DELLA PRODUZIONE AGRICOLA PRIMARIA DI PRODOTTI AGRICOLI

Non sono ammesse le spese sostenute in leasing.


Per i progetti da 1 a 5
Contributo a fondo perduto pari al 65% delle spese ammissibili fino ad un massimo di 130.000 euro (massimo 50.000 euro per i progetti 5)

Per i progetti 6
Contributo a fondo perduto pari al 40% (elevato a 50% in caso di giovani agricoltori) fino ad un massimo di 60.000 euro.


Per i progetti da 1 a 5
De Minimis non cumulabile con altri contributi pubblici sul progetto, eccetto interventi pubblici di garanzia (Fondo di garanzia per le PMI, ISMEA e similari).

Per i progetti 6
Reg. UE 702/2014 con possibilità di cumulo nel rispetto dei massimali comunitari.


Compilazione telematica delle domande: dal 16 aprile al 29 maggio 2020

Acquisizione codice identificativo e comunicazione data click day: 5 giugno 2020